DAM


allo specchio

.

Nella storia di ogni persona c’è una diga. Da una parte, l’acqua che cresce e scalcia ed è energia. Oltre lo sbarramento, la terraferma.

Tu di me sai la terraferma. E allora ti racconto l’acqua che non hai mai visto.

(Io sono di legno – Giulia Carcasi)

.

colori sottozero

sulla riva in inverno

30 pensieri su “DAM

  1. Non c’entra nulla Ondina, perdonami, ma questo tuo post mi ha fatto ricordare di una meravigliosa (e unica) vacanza fatta con mio padre in Trentino vicino a Madonna di Campiglio. Io e lui. Grazie, bellissime immagini. Un bacione.

    Mi piace

  2. non era facile raccontare l’acqua non vista e ci sei riuscita🙂
    sulle dighe ho opinioni contrastanti, le penso una protezione e una violenza, forse la sintesi è che le dighe sono un’educazione🙂

    Mi piace

    • Sai Will, mi piacciono le tue “concezioni” di dighe soprattutto quella in cui le paragoni all’educazione e mi piace pure l’acqua che “cresce e scalcia ed è energia” ma quella scura, cupa e profonda mi mette addosso un po’ d’angoscia.
      Grazie per la tua riflessione e il tuo gradimento, buona serata ciao🙂

      Mi piace

  3. Ciao Sguardo, hai lasciato sulla pagina una montagna vera, asciutta e poco disponibile alla retorica delle imagini. Stai migliorando come fotografa, brava.
    Ho letto da Omologazione e ti capisco, meno male che quel blog l’ho costruito in quel modo, non ne sarebbe rimasto nulla sennò. Ho poco tempo anch’io ma soprattutto mi mancalo stimolo, la voglia…la fede, questo è il motivo della mia frammentazione e sparizione dal web.
    Alcuni blog li ho risistemati, altri sono chiusi in attesa di non so cosa. Sto anche scrivendo ex novo alcune cose, vorrei pubblicarle su WP ma in modo defilato (?!)
    Ho anche voglia di eros e immagini adeguate da collegare a questi testi ma sono molto molto confuso. Però se e quando qualcosa verrà fuori stai sicura te lo farò sapere qui. Ciao
    Enzorasi

    Mi piace

  4. Incantevole gioco di luci e riflessi.
    Molto toccante il pensiero di Giulia Carcasi che hai scelto.
    Credo che tutti, molto spesso, ci limitiamo ad osservare gli altri da una sola parte della diga…
    Buona serata.

    Mi piace

Dai, dimmi che ne pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: